LAGASTRELLO E LAGO PADULI

Proseguendo per la strada che porta a Summocomano, e a Groppo San Pietro si arriva ad una biforcazione, una porta sul Monte Giogo (1518 m.) dove una volta c'era una base militare NATO e dove oggi possiamo ancora ritrovare le enormi parabole dette “radar” ormai definitivamente dismesse: l'altra strada porta al passo del Lagastrello (1200 mt.) costeggiando il Lago Paduli.

Questo lago e' un notevole bacino artificiale idroelettrico delimitato dal Monte Acuto e dal Malpasso, nato grazie allo sbarramento fatto con una diga dalla società elettrica sul fiume Enza.

Per questo motivo ci sono forti restrizioni che hanno da sempre impedito la valorizzazione del lago in ambito turistico. L'escursionista trova ancora un ristoro se desidera fermarsi durante le sue passeggiate.

Poco lontano a 1241 m. di altezza troviamo anche il Lago Squincio.
 
   
  P.IVA 00193880457